PostHeaderIcon Premio Internazionale Ranieri Filo della Torre

Premio Internazionale Ranieri Filo della Torre

Associaizone Pandolea
Giovedì 2 Febbraio 2017, alle ore 10.30 presso la Sede di Confagricoltura – Palazzo della Valle in Roma, si terrà la cerimonia per l’assegnazione dei premi ai finalisti del Concorso intitolato a Ranieri Filo della Torre, un’iniziativa che ha il duplice scopo di esaltare sul piano artistico il mondo dell’olivicoltura, celebrando un personaggio significativo nell’ambito dell’agricoltura italiana, ma soprattutto di offrire un momento di riflessione, poesia, creatività, evasione da quelle che sono le fatiche e difficoltà giornaliere tipiche del settore produttivo e le preoccupazioni altrettanto quotidiane nell’ambito della collocazione del prodotto sul mercato. Un’ opportunità di creazione artistica ed espressione di sè che, seppur potrebbe sembrar molto distante dalla concreta produzione di extravergine, ne è parte integrante, eccome. In ogni cosa, dove c’è passione, devozione, dedizione…c’è, in qualche modo, arte.

Ranieri Filo della Torre, morto prematuramente, espressione della Confagricoltura, fu direttore generale del Consorzio Olivinicolo Italiano, un impegno che lo portò a vivere sempre a contatto con passione e competenza, difficoltà e speranze di tanti produttori.
Rappresentò il filo conduttore tra la realtà della terra e dei frantoi e la cultura più atratta dell’extravergine, seppe coniugare concretezza produttiva e astrazione, speculazione intellettuale.
Per questo le donne dall’associazione Pandolea, promotrici dell’iniziativa, dedicano a lui il premio, come testimonianza di quanto il dialogo, le esperienze e lo scambio possano coesistere con l’impegno produttivo.

Pandolea nasce il 27 marzo del 2003 ed unisce oggi la forza e gli ideali di donne imprenditrici di piccole e medie imprese produttrici di olio extravergine di qualità e di donne professionalmente impiegate nel settore olivinicolo-oleario quali agronome, ricercatrici e giornaliste. LOGO PANDOLEA
Si tratta di donne che hanno voluto mettersi in gioco in un mondo, quello dell’olio, dominato forse ancor di più di quello del vino, da una marcata impronta maschile legata anche a tradizioni rurali antiche, con la speranza che la passione prevalga sulla fatica, che la costanza e la sana ambizione portino a prodotti sempre migliori e la sensibilità tipica del gentil sesso sia un punto di forza per la tutela dell’ambiente, il rispetto del paesaggio e una produzione sostenibile.

E Martignani, che da sempre si adopera per migliorare le condizioni ed affinare le tecniche di trattamento in agricoltura, attraverso la progettazione di macchine altamente eco-friendly, non può che esprimere il proprio plauso e diffondere l’informazione attraverso i suoi canali comunicativi per collaborare fattivamente alla buona riuscita di tale iniziativa e sostenere queste donne che, senza fini di lucro, hanno sposato la causa dell’olio in Italia mettendo a disposizione le loro conoscenze, il loro impegno e il loro lavoro per la diffusione della cultura olivicola sul territorio nazionale, soprattutto fra i più giovani, che si sa, hanno il futuro fra le mani.

 

Per ulteriori informazioni: Associazione Pandolea

I Commenti sono chiusi